Archivi autore: dspangaro

ESCURSIONE RIF. MONTE SERNIO E CRETA DI MEZZODI

Domenica 30 aprile 2017 Festa di apertura stagione escursionistica estiva al RIFUGIO MONTE SERNIO con salita alla Creta di Mezzodì; e dopo ci aspetta un primo piatto a sorpresa cucinato dallo chef  Scalise.

Siete tutti  invitati a partecipare.  Per motivi organizzativi si richiede conferma alla segreteria (0433 466446 o via mail a info@caitolmezzo.it) entro venerdì 25 aprile. 

Rifugio anni 90

La locandina:      Festa apertura stagione Escursionistica al Rifugio M. Sernio

Giornata bella e frizzante, con più di 60 partecipanti, resa più allegra per la presenza del gruppo giovanile.
Il più applaudito è stato Federico Scalise “ormai cuoco ufficiale CAI”; però da ringraziare anche tutte le signore che anno dato una mano, e quelle che hanno portato antipasti e dolci.

Foto di gruppo

Foto di gruppo prima del rientro

Gruppo Alpinismo Giovanile

Galleria fotografica

 

 

 

 

ESCURSIONE – FRAGIELIS-TRE RE-CASTELMONTE-MARCOLINO-FRAGIELIS

Foto di gruppo 1

Foto di gruppo a Castelmonte

Relazione: Castelmonte, 09 aprile 2017 – domenica delle Palme

Dopo aver percorso il tranquillo sentiero CAI 748 (Sentiero Italia) ci siamo ritrovati (in 22) al santuario di Castelmonte per partecipare alla S. Messa delle ore 10 e alla benedizione dell’olivo. Moltissimi i fedeli presenti, a causa di ciò alcune persone non sono riuscite a entrare in chiesa.

Scesi alla frazione di Marcolino (sempre disabitata), abbiamo consumato il pranzo al sacco, un particolare grazie a Mirella e Mariangela per le ottime e apprezzate torte che Lino con certosina pazienza ha suddiviso in precise e contate porzioni per offrire a tutti i presenti.

Contrariamente alle incerte previsioni meteo il sole non è mancato, è stata una giornata calda quasi estiva abbellita dalla flora primaverile. Rientrati alcuni a Fragielis ove sostavano le auto vicino alla chiesetta di S. Lucia, gli altri a Centa vicino alla chiesa dedicata ai Santi Pietro e Paolo. Un ultimo saluto in un tipico bar del luogo sorseggiando un profumato e caldo caffè.

Foto di gruppo a Marcolino

Galleria fotografica:

Link

Sono aperte le iscrizioni per una bella e varia escursione nei d’intorni di Trieste, programmata per domenica 2 Aprile 2017.
Visiteremo le Foibe di Basovizza – Bosco Bazzoni e grotta Nera – Monte Stena – Rose D’inverno – Strada Napoleonica e Monte Grisa.
Iscrivetevi così potremo organizzare la corriera.

Per descrizione dettagliata e modalità di prenotazione leggere la locandina: Esc. Foibe Basovizza-Bosco Bazzani-M. Stena-Rose d’inverno-Strada Napoleonica

Alcuni links per documentarsi

http://www.foibadibasovizza.it/
http://www.gssg.it/bosco-bazzoni/origine-del-bosco-bazzoni/
http://www.riservavalrosandra-glinscica.it/it/vivere-la-riserva/itinerari/stena
https://sites.google.com/site/triestepratica/home/8-pagine-singole-single-pages/pag-63-tav-22-passeggiata-napoleonica
http://www.caixxxottobre.it/gruppo-rose-dinverno/area-rose-dinverno

Relazione della Giornata:

Domenica 2 aprile 2017: siamo oltre 50 partecipanti. Alle 7.00, col confortevole torpedone della ditta D’Orlando, si parte verso la VAL ROSANDRA per una escursione interessante, istruttiva e diversa in quanto il panorama montano sarà sostituito da innumerevoli visioni dall’alto dello splendido golfo di Trieste.

Una sosta ristoro all’autogrill prima di uscire dall’autostrada. Verso le ore 9.00 arrivo al piazzale “FOIBE di BASOVIZZA”, visita veloce ma più che sufficiente per rimanere inorriditi da ciò che l’odio può causare. Percorrendo uno sterrato nel Bosco Bazzoni apprezziamo una interessante flora composita di specie alpine illiriche e mediterranee. Visita alla famosa GROTTA NERA ove il Gruppo Speleologico di S. Giusto ha ricostruito come vivevano i nostri lontanissimi antenati.

 Una parte del gruppo si dirige al grazioso borgo di San Lorenzo per salire con sentiero (segnavia n. 1) sulla panoramica cima del MONTE STENA. Gli altri si portano sulla bella falesia ove c’è la ferrata “BIONDI”, presenta alcuni passaggi impegnativi ma è ben attrezzata secondo le più recenti norme di sicurezza. La progressione sulla rinomata palestra di roccia è molto lenta, c’ è un notevole affollamento di giovani rocciatori. Alcuni di noi per le frequenti fermate sulla via di roccia preferiscono utilizzare le vie d’uscita. Verso le ore 13.00 ritrovo sulla VEDETTA DI SAN LORENZO ove gustiamo, come dice il saggio Davide, panino e panorama (magnifica visione del mare Triestino).

Il torpedone ci trasferisce all’OBELISCO DI OPCINA, qui iniziamo la bella passeggiata sulla strada NAPOLEONICA conosciuta come strada VICENTINA. Siamo ad una altezza di 350 mt s.l.m., il panorama che si apre è di una bellezza unica, spazia dalla città di TRIESTE e in lontananza le Alpi, poi le coste dell’Istria, il bianco Castello di Miramare, il Faro della Vittoria e il mare. Stiamo assaporando una dolce giornata di sole, temperature di molto sopra la media stagionale. Ci si ferma continuamente a scattare foto, percorriamo così circa 3,5 km poi per facile sentiero alla VEDETTA D’ITALIA ove lo sguardo spazia a 360°. Proseguendo incontriamo il TEMPIO MARIANO del MONTE GRISA, ci fermiamo un po’ sgomenti davanti all’imponente struttura in cemento armato il posto ci offre ancora un ultimo panorama indimenticabile sul golfo di Trieste. Per sentiero CAI 12 rientriamo a Opicina ove ci aspetta il torpedone.

Ma prima c’è la “MERENDA CAI” organizzata dalle preziose signore. Poco vino ma molto succo di mele (Federico F. brontola ma va bene così), salami Piazza, formaggi del rinomato caseificio di Sutrio, il squisito croccante e sottile frico di Mirella e di Nisia (dicono solo formaggio e olio ma riteniamo tutti che ci sia qualche altro segreto), poi le torte ottime e rigorosamente casalinghe che spariscono in un baleno. La fermata per la merenda si prolunga in una allegria insolita. A vivande esaurite finalmente si parte per Tolmezzo ove arriviamo allietati da un coro improvvisato ma ben intonato.

Foto di gruppo

Foto di gruppo al M. Grisa

Foto di gruppo donne

Galleria fotografica

ESCURSIONE CON CASTAGNATA AL RIF. CIMENTI FLOREANINI

Domenica 30 ottobre ultima camminata sezionale della stagione
escursionistica, con meta al nostro rifugio Cimenti Floreanini, per il sentiero di San Ilario e rientro per il sentiero di Cornons.
In Rifugio ci sarà la festa di chiusura, con pranzo e castagnata, siete tutti invitati.
Per motivi organizzativi si richiede conferma alla segreteria (0433 466446 o via mail a info@caitolmezzo.it) entro venerdì 28 ottobre.

rif-cimenti-floreanini

Locandina con programma:
Festa-di-chiusura-2016-con-castagnata-al-cimenti-floreanini

 

ESCURSIONE PERIPLO DELLA VAL ROSANDRA

Sono aperte le iscrizioni, per l’escursione Periplo Della Val Rosandra  di domenica 16 ottobre; speriamo di aver azzeccato la data per ammirare il Sommaco nel suo splendore autunnale.
Affrettatevi così potremo organizzare la corriera.

Le iscrizioni sono ancora aperte, ci sono ancora posti disponibili.

Alcune foto

3-800x674

Monte Concusso

6a-800x318

Sommaco 2015

8-sumaco-lungo-sentiero-m-cucusso-800x391

Sommaco 2015

Come prenotarsi, orari, e dettagli leggere l’opuscolo o stamparlo
Esc Periplo della Val Rosandra

Traccia rilevata con Garmin GPSmap 62s
La traccia è del giro lungo- A-
Il GPS è stato acceso a Crogole quindi bisogna aggiungere circa 1,5 km.

Note tecniche rilevate dal GPS Garmin:

Dislivello +    910 m
Dislivello –    710 m
Quota Max    678m
Quota Min     183m
Lunghezza    18,5 km

Relazione della Giornata:

Domenica 16 ottobre al parcheggi CAI ci siamo ritrovati in 42 un bel gruppo numeroso con soddisfazione degli organizzatori.
Il meteo come da previsioni era bello, però ci ha tenuto in ansia fino all’ultimo, dato, che i giorni precedenti erano brutti.


Alle ore 7.00 il Pullman parte, fa sosta caffè a Duino per arrivare alle 9.15 a Bagnoli; calzato gli scarponi e zaini in spalla ci siamo incamminati per un sentiero inusuale per raggiungere il M. Carso, cioè per la vedetta di Crogole.

20161006_104753-800x600

Dopo 1 ora di cammino arriviamo in cima al M. Carso, sosta obbligata per ammirare il bel panorama sul golfo di Trieste e rifocillarsi dopo la salita.

Ci incamminiamo raggiungendo la Sella del M. Carso, li svoltiamo a destra in direzione di Beka lungo il sentiero nel sottobosco e nelle radure abbiamo ammirato il Sommacco, però non era maturo, non aveva quel bel colore rosso sfumato.

Al paesino di Beka sosta per dissetarsi alla fontana della piazza.

Si attraversa il paese proseguendo fino all’inizio del sentiero dell’amicizia, sostiamo per i pranzo.

Il gruppo si divide, metà prosegue per Botazzo continuando lungo la val Rosandra passando per la Chiesetta di S. Maria in Siaris.

Alcuni più arditi sale al Cippo Comici.

Una sosta ritempro al Rif. Premuda, e via all’appuntamento delle 15.30 con il Pullman a Bagnoli, dove andrà nelle vicinanze di Pesek a prendere l’altro gruppo.

Il gruppo A

img_3348-2-463x800

casello-di-confine

casello-di-confine

Prosegue per sentieri e strade sterrate da Botazzo a Draga S. Elia fino a Pesek, li si attraversa la statale e si continua attraversando vegetazioni di Sommacco fino al Tumulo del M. Cocusso, (Dicono che 30 anni fa si riusciva a vedere il mare, essendo la vegetazione dei pini molto bassa) sosta.

I soliti Triestini

I soliti Triestini

I Carnici, se pure in tanti, con solo una bottiglia di prosecco

I Carnici, se pure in tanti, con solo una bottiglia di prosecco

Si prosegue fino alla meta, cioè il Rif. Sloveno Planinska Koca na Kokosi dove ci aspetta una Lasko o un buon Te a buon prezzo.

Dopo mezzoretta di meritato riposo si continua per stradine e sentieri nel bosco facendo attenzione di non sbagliare nei tanti incroci incontrati, e così in poco più di mezzora siamo arrivati sulla statale dove ci attendeva la corriera.
Nel frattempo i amici del gruppo B avevano imbandito un tavolo, così tutti assieme abbiamo mangiato e brindato in allegria, sono stati molto apprezzati i dolci fatti dalle signore del CAI.

Il viaggio di ritorno è trascorso veloce commentando la giornata escursionistica, e alle 19 eravamo a Tolmezzo.

Segue galleria fotografica:

 

 

Un Link i segreti del Carso  http://www.carsosegreto.it/2009/10/il-sommaco.html

ESCURSIONE MONTE SCHARNIK E MOKARSPITZE – AU

L’escursione del 02-10-2016 viene annullata causa previsioni meteo piovose, zona escursione molto piovosa.

Note tecniche rilevate dal GPS Garmin:

Dislivello +    1532 m
Dislivello –    1389 m
Quota Max    2661m
Quota Min     1485m
Lunghezza       13 km

Domenica 2 ottobre 2016 sconfiniamo nella vicina Austria visitando la valle Kreuzeckgruppe, dal paese di Irschen proseguiamo fino al Rif. Bergheimat, poi alla malga Ochsnerhutte con vastissimi pascoli, da li compiendo un anello toccheremo la vetta del M. SCHARNIK 2655 m proseguendo con vari saliscendi toccheremo varie cimette fino ad arrivare M. MOKARSPITZE 2304 m e di nuovo alla malga.

alcune foto img_2366-800x600

Il sentiero non segnato passa sul profilo di cresta di tutti i monti presenti in foto

Il sentiero non segnato passa sul profilo di cresta di tutti i monti presenti in foto

 

 

Cima M. Scharnik

Cima M. Mokarspitze

Cima M. Mokarspitze

Laghetto sopra la malga

Laghetto sopra la malga

Per la descrizione dettagliata consultate sempre l’opuscolo:
Esc. M. Scharnik e Mokarspitze

L’escursione del 02-10-2016 viene annullata causa previsioni meteo piovose, zona escursione molto piovosa.

ESCURSIONE MONTE GRAPPA

Sono aperte le iscrizioni per l’escursione al Monte Grappa di domenica 25 settembre assieme alla sezione CAI di Dueville (VI) nel ricordo del centenario della 1° Guerra Mondiale.
A illustre il percorso ci sarà la guida storica Gianni Frigo – AE – ONCN.

slider-gg-1

story-1

Per la descrizione dettagliata e modalità di iscrizione consultare la
locandina:  Esc. Monte Grappa

L’escursione è stata annullata per mancanza di partecipanti. Peccato!