ESCURSIONE PERIPLO DELLA VAL ROSANDRA

Sono aperte le iscrizioni, per l’escursione Periplo Della Val Rosandra  di domenica 16 ottobre; speriamo di aver azzeccato la data per ammirare il Sommaco nel suo splendore autunnale.
Affrettatevi così potremo organizzare la corriera.

Le iscrizioni sono ancora aperte, ci sono ancora posti disponibili.

Alcune foto

3-800x674

Monte Concusso

6a-800x318

Sommaco 2015

8-sumaco-lungo-sentiero-m-cucusso-800x391

Sommaco 2015

Come prenotarsi, orari, e dettagli leggere l’opuscolo o stamparlo
Esc Periplo della Val Rosandra

Traccia rilevata con Garmin GPSmap 62s
La traccia è del giro lungo- A-
Il GPS è stato acceso a Crogole quindi bisogna aggiungere circa 1,5 km.

Note tecniche rilevate dal GPS Garmin:

Dislivello +    910 m
Dislivello –    710 m
Quota Max    678m
Quota Min     183m
Lunghezza    18,5 km

Relazione della Giornata:

Domenica 16 ottobre al parcheggi CAI ci siamo ritrovati in 42 un bel gruppo numeroso con soddisfazione degli organizzatori.
Il meteo come da previsioni era bello, però ci ha tenuto in ansia fino all’ultimo, dato, che i giorni precedenti erano brutti.


Alle ore 7.00 il Pullman parte, fa sosta caffè a Duino per arrivare alle 9.15 a Bagnoli; calzato gli scarponi e zaini in spalla ci siamo incamminati per un sentiero inusuale per raggiungere il M. Carso, cioè per la vedetta di Crogole.

20161006_104753-800x600

Dopo 1 ora di cammino arriviamo in cima al M. Carso, sosta obbligata per ammirare il bel panorama sul golfo di Trieste e rifocillarsi dopo la salita.

Ci incamminiamo raggiungendo la Sella del M. Carso, li svoltiamo a destra in direzione di Beka lungo il sentiero nel sottobosco e nelle radure abbiamo ammirato il Sommacco, però non era maturo, non aveva quel bel colore rosso sfumato.

Al paesino di Beka sosta per dissetarsi alla fontana della piazza.

Si attraversa il paese proseguendo fino all’inizio del sentiero dell’amicizia, sostiamo per i pranzo.

Il gruppo si divide, metà prosegue per Botazzo continuando lungo la val Rosandra passando per la Chiesetta di S. Maria in Siaris.

Alcuni più arditi sale al Cippo Comici.

Una sosta ritempro al Rif. Premuda, e via all’appuntamento delle 15.30 con il Pullman a Bagnoli, dove andrà nelle vicinanze di Pesek a prendere l’altro gruppo.

Il gruppo A

img_3348-2-463x800

casello-di-confine

casello-di-confine

Prosegue per sentieri e strade sterrate da Botazzo a Draga S. Elia fino a Pesek, li si attraversa la statale e si continua attraversando vegetazioni di Sommacco fino al Tumulo del M. Cocusso, (Dicono che 30 anni fa si riusciva a vedere il mare, essendo la vegetazione dei pini molto bassa) sosta.

I soliti Triestini

I soliti Triestini

I Carnici, se pure in tanti, con solo una bottiglia di prosecco

I Carnici, se pure in tanti, con solo una bottiglia di prosecco

Si prosegue fino alla meta, cioè il Rif. Sloveno Planinska Koca na Kokosi dove ci aspetta una Lasko o un buon Te a buon prezzo.

Dopo mezzoretta di meritato riposo si continua per stradine e sentieri nel bosco facendo attenzione di non sbagliare nei tanti incroci incontrati, e così in poco più di mezzora siamo arrivati sulla statale dove ci attendeva la corriera.
Nel frattempo i amici del gruppo B avevano imbandito un tavolo, così tutti assieme abbiamo mangiato e brindato in allegria, sono stati molto apprezzati i dolci fatti dalle signore del CAI.

Il viaggio di ritorno è trascorso veloce commentando la giornata escursionistica, e alle 19 eravamo a Tolmezzo.

Segue galleria fotografica:

 

 

Un Link i segreti del Carso  http://www.carsosegreto.it/2009/10/il-sommaco.html